Eventi

FESTA DELLA SARDEGNA  

12/16 Luglio 2017

(Stagno - Livorno)

 

 

   
   
   
   

 

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
 
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

 

 

 

 

FESTA N.S. DI BONARIA - PATRONA DELLA SARDEGNA

20 Maggio 2017 - ore 17.00

(Santuario di Montenero in Livorno) 

 

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

 

 

80° anniversario della morte di Antonio Gramsci

" Boghes  pro Gramsci"

Museo di Storia Naturale del Mediterraneo (Villa Henderson) Livorno  07 Maggio 2017 - ore 16:00 

 

   
   
   
   
   
   
   
   
   

 

 

La Memoria & il Silenzio

17 Febbraio 2017 - ore 17.00

(PISA)

 

 

 

     
     
     
     
     

 

 

Progetto Regionale

"Visioni Sarde"

19 dicembre 2016

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

 

Evento Culturale

Incontro con l'Autore Nello Rubattu

(Libreria belforte  22 ottobre 2016 - Livorno)

 

   
     
     
     

 

 

Festa della Sardegna - 7° edizione

Stagno - Livorno 13/17 Luglio 2016

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
   
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

 

Convegno Culturale

"Aldilà delle Colonne D'Ercole c'era un'Isola"

12 marzo 2016

 

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

 

 

 

Festa della Sardegna - 6° edizione

15/19  Luglio 2015 - Stagno (LI)

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
   
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

 

Convegno Storico/Culturale

" Due Ideologie - Due parenti - Unica Sardità"

18 Aprile 2015

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

Incontro con l'Autore  Prof. Simone Pisanu

" Appunti Linguistici della Sardegna Contemporanea"

21 Marzo  2015

 

     
     
     
     
     

 

 

Incontro con l'Autore Piero Giovannini

Le Cronache del 1980: 07.03.2015 - 1° Parte

Le Cronache del 1980: 30.04.2015 - 2° Parte

 

 

     
     
     
     

 

Festa della Sardegna

Stagno (LI)  - 15/20 luglio 2014

 

Un angolo di Sardegna dal 16 al 20 luglio 2014 ...... dopo il grande successo dello scorso anno, l'Associazione Culturale Sarda "Quattro Mori" di Livorno torna ad ospitare le antichissime tradizioni sarde con una Kermesse di 5 giorni all'insegna della gastronomia, dello spettacolo e dello scambio culturale.

 

 Video

   
   

 

 

 

Immagini

     
  Alcuni Artisti  
     
     
                     i Volontari  
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
  Gruppo Folk "Bella Mia" Busachi  
     
     
     
     
  Stand  
     
     
     
     
  Partecipanti  
     
     
     
     

 

 

 

 

 

 

Sabato 22 marzo 2014

Il Mondo dei Doppiatori :  Alessandro Budroni e Valeria Vidali

  

Il doppiaggio è il procedimento col quale nei prodotti audiovisivi (film,serie televisive,cartoni animati, ed altri) si sostituisce la voce originale di un attore, o di un personaggio, con quella di un doppiatore. Glia mbiti in cui è maggiormente utilizzato sono il cinema,la televisione,l'animazione e la pubblicità (messaggi radiofonici e/o televisivi).In quest'ultimo caso, i dippiatori pubblicitari utilizzano tecniche diametralmente opposte a quelle dei loro colleghi cine televisivi. In Italia, da sempre è invalso l'uso di doppiare qualsiasi prodotto (televisivo e cinematografico), e di conseguenza esiste una lunga e consolidata tradizione con un alto grado di specializzazione e con la presenza di professionalità di spicco. Tra questi figurano Alessandro Budroni e Valeria Vidali che ci guideranno alla scoperta questo sconosciuto quanto interessante "Mondo dei Doppiatori" sabato 22 marzo 2014 ore 16.30 presso il Circolo Ufficiali M.M. - via Borgo S. Jacopo Acquaviva 111- Livorno.

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

Venerdì  14  marzo 2014

Spettacolo musicale solidale :  uniti per la  Sardegna

 

La solidarietà non ha confini ed essendo insita nell'animo umano,ha indotto il Circolo Culturale Sardo "Quattro Mori" di Livorno nella persona del suo presidente Antonio Deias e dei suoi collaboratori e i Circoli "Grazia Deledda " di Pisa e di La Spezia, di portare a Livorno le tradizioni musicali a tema della Sardegna. "Uniti per la Sardegna" Spettacolo di musica e solidarietà per le popolazioni Sarde colpite dall'alluvione si terrà venerdì 14 marzo alle ore 21.00 presso la sala spettacoli "Mons. Alberto Ablondi" via Olanda 44 in Livorno.

L'iniziativa serve a far conoscere uno spaccato della cultura musicale sarda e nello stesso tempo chiedere un contributo di partecipazione a favore di quella parte di popolazione sarda colpita da eventi catastrofici, che hanno provocato moltissimi danni e perdite umane. Per fare questo ci siamo rivolti a personaggi dello spettacolo della Sardegna o che vanno per la maggiore con le loro performance artistiche e musicali come Giuliano Marongiu, Maria Luisa Congiu, Roberto Tangianu, Luciano Pigliaru, Pier Franco Meloni,Peppino Bande. Lo spettacolo sarà arrichito dalla partecipazione coreografica di Leonarda Catta e Alessandro Secchi componenti del gruppo "Incantos". Ospite della serata il noto cantautore livornese Matteo Becucci.

 

1° Parte 2° Parte 3° Parte
     
     
     
     
     
   
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

   

Sabato 08  marzo 2014

Convegno : dalla Sardegna Millenaria i...... Giganti di Pietra

 

   
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
   
     
     

 

 

 

 

Sabato 28 dicembre 2013

Matteo Becucci in concerto :  Solidarietà al Popolo Sardo vittima dell'alluvione

 

   
 
   
   

 

UNA MUSICA PUO' FARE ........ Concerto a sostegno delle vittime dell'alluvione in Sardegna - sabato 28 dicembre 2013 dalle ore 21.30 - Teatro delle Commedie Via G.M. Terreni, 5  Livorno.

"L'iniziativa di beneficenza, nata da un'idea del noto cantautore livornese Matteo Becucci con il suo collettivo di musicisti ha subito riscosso l'attiva collaborazione dell'Associazione Culturale Sarda "Quattro Mori" di Livorno, il patrocinio della Regione Sardegna, della FASI, del Comune e della Provincia di Livorno. La stessa iniziativa si è proposta di raccogliere fondi da destinare alle vittime dell'alluvione in Sardegna".

Con inizio alle 21.30 il cantautore ha proposto lo spettacolo "il Canto degli Autori" in omaggio alla canzone italiana difficilmente ascoltabile per radio o ancor meno in live, reinterpretata e tavolta stravolta in arrangiamenti e note proposte con nuove rivisitazioni.

Il pubblico presente ha assistito ad un percorso musicale attraverso i più significativi Autori e Interpreti della canzone italiana. Nel repertorio brani di Endrigo, Cammariere, Modugno,Baglioni, Conte.

Stiamo attraversndo un periodo difficile e sapere che ci siamo gli uni per gli altri significa davvero molto.

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

 

 

 

Venerdì 09 dicembre 2013

Cena solidale : il Giardino - Rosignano Marittimo

 

 Gruppo Nuova Bagnolese ...... ok  la raccolta per la Sardegna

Successo per la cena sociale della Nuova Bagnolese nel corso della quale si è conclusa una sottoscrizione di solidarietà per l'emergenza Sardegna, a favore degli alluvionati. " L'esito positivo dell'iniziativa - fa sapere il direttivo - è stato possibile per il contributo importante di cosi e cittadini e per la generosità di molti operatori economici del territorio. A questo riguardo merita una citazione particolare il Circolo Culturale "Filippo Turati". Alla manifestazione ha partecipato l'Associazione Culturale Sarda "Quattro Mori" di Livorno nella persona  del suo presidente Antonio Deias

 

     
     
     
     
     

 

Domenica 15  dicembre 2013

Auguri di Natale : Villa Margherita in Quercianella

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

Lunedì 09 dicembre 2013

Serata di solidarietà : al popolo sardo vittima dell'alluvione del 18 novembre 2013

 

 

     

 

 Una serata di musica per aiutare il popolo sardo ........ domani alla Stazione Marittima l'iniziativa di beneficenza. Aperitivo,canti tradizionali e balli in nome della Sardegna.

Una serata per aiutare il popolo sardo ancora sotto choc per i gravi danni causati dal maltempo. Così l'Associazione Culturale Sarda "Quattro Mori" di Livorno in collaborazione con Acsi Club e Amarcord, hanno pensato l'evento di domani 09 dicembre 2013, dalle ore 19.00, presso la Stazione Marittima. Il programma prevede l'apericena curato ed offerto dalla Giesse Ristorazione, poi la Corale Sarda "Giovanni Sedda" offrirà alcuni canti tradizionali. Ci sarà il modo di scatenarsi con il ballo latino americano, ma anche di ascoltare diversi noti artisti: gli Homo Sapiens, Giuseppe Scianna, Matteo Becucci, e alcuni collaboratori di Andrea Bocelli. Il tutto si chiuderà con la discoteca. Antonio Deias presidente dell'Associazione Sarda spiega che il ricavato della serata sarà devoluto alla città di Solarussa, in provincia di Oristano e conclude: " la solidarietà sarà il carburante per il popolo sardo che ha sempre lottato e resistito".

 

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

 

 

Sabato 30 dicembre 2013

Incontri d'autore:  Roberto Benassi

"08  settembre 1943 - ricostituzione delle forze armate italiane in Sardegna"

 

     
     
     
     
     

 

 

Mercoledì 20 novembre 2013

Spettacolo Teatrale :  Marcella e il dramma della violenza

 VIDEO

 

Appuntamento per mercoledì 20 novembre, alle ore 17.00 presso la Circoscrizione 2 (Sala Simonini) Scali Finocchietti 8 - Livorno con la Compagnia Teatrale I Barbariciridicoli che presenterà una delle sue più significative produzioni, ovvero Marcella.

Lo spettacolo  è un monologo ambientato in Sardegna: un viaggio in treno sulla Sassari-Cagliari ai giorni nostri, una giovane signora trafelata che vi sale da una stazione intermedia e riversa su una sconosciuta, una paziente e silente viaggiatrice, un fiume colorato di parole, di dubbi e di pensieri. Marcella è il primo monologo messo in scena dai Barbariciridicoli. Il testo è inedito e originale, scritto a quattro mani dal regista  Tino Belloni e da Valentina Loche. Lo spettacolo affronta il tema, purtroppo quanto mai attuale e calato nel panorama di una Sardegna contemporanea,della violenza sulle donne all'interno del rapporto di copia. La rappresentazione è gratuita e sconsigliata ai minori di anni 14.

 

     
     
     
     
     
     

  

Sabato  19  ottobre 2013

Incontri d' Autore :  La Vita Altrove con Marta Proietti Orzella

 

Appuntamento alla Sala Conferenze A. Simonini presso la Circoscrizione 2 di Livorno alle ore 17.00 del 19 ottobre 2013, per la presentazione con reading musicale del libro "La vita altrove" di Nino Nonnis con la partecipazione di Marta Proietti Orzella accompagnata dal musicista Alessandro Aresu.

 

     
     
     
     
     

 

 

Sabato 12 ottobre 2013

Incontri d'Autore : Cristoforo Colombo "La Crociata Universale"

VIDEO  CONFERENZA

L' Associazione Culturale Sarda "Quattro Mori" di livorno in occasione del 521°  anniversario della scoperta delle Americhe ha organizzato l'Incontro/Conferenza con l'autrice Marisa Azuara sabato 12 ottobre 2013 , ore 16.30 presso la sala conferenze del Circolo Ufficili della M.M. "Amm F. Mimbelli" in Livorno.

Il Libro

Cristoforo Colombo , La Crociata Universale, Saggio Storico. Analizza l'impresa di Cristoforo Colombo alla luce delle sue origini sardo-genovese e come membro delle famiglie del Visconte di Sanluti, Antonio De Sena, e del Marchese di Oristano, Leonardo Alagòn d'Arborea, ultimo sovrano della Corona de Logu. Conoscere la reale personalità di Cristoforo Colombo offre una prospettiva sorprendente e molto diversa da quella conosciuta sui rapporti mantenuti dal navigatore con le grandi personalità della sua epoca: papa Borgia, i papi Pio II e Pio III , la regina Isabel di Castiglia, re Ferdinando d'Aragona , re Joao II del Portogallo ed Amerigo Vespucci. L' opera analizza in dettaglio il modo in cui la tragica fine dei giudici di Arborea e dei Marchesi di Oristano influirono sui grandi avvenimenti storici di quell'epoca. ( espulsione degli Ebrei dalla Spagna, l'istituzione dell'inquisizione, l'assassinio del figlio di papa Borgia, l'unificazione delle Corone di Castiglia e di Aragona in Spagna e l'invasione dell'Italia da parte del re di Francia) e determinarono il futuro del Nuovo Mondo.

Chi è l'autrice ?

è nata ad Alcorisa (Teruel) nel 1959. Laureata in Tecniche delle Imprese  ed Attività Turistiche alla E.O.T. di Madrid, città in cui Manuel Ballesteros Gaibrois, noto esperto di Cristoforo Colombo, occupava la cattedra di Storia della Cultura, il quale le trasmise la passione che sentiva nei confronti dello scopritore delle Americhe e la iniziò alla conoscenza della sua figura e della sua epoca.

In occasione del Quinto Centenario della scoperta delle Americhe, Marisa Azuara a iniziato a ricercare informazioni per scrivere un romanzo sull'impresa colombiana. I primi dati raccolti le dimostrarono che le origini del primo ammiraglio dlle Indie seguitava ad essere indeterminata, ciò che la indusse ad approfondire la ricerca documentaria in diversi archivi sardi, spagnoli ed italiani, cosa che è durata per 20 anni e nella quale si è avvalsa dei consigli e della collaborazione di importanti esperti in materia: Domingo Buesa Conte ( presidente della Reale Accademia di San Luis e cattedratico di Diritto Medioevale dell'Università di Saragozza), Miguel Angel Dolater (professore di Storia medioevale dell'Università di Saragozza ed autore d'importanti studi sulla famiglia Satàngel). Ignacio Javier Bona Lòpez (laureato in Storia all'Università di Saragozza), Mario Ascheri (professore di diritto medioevale nelle Università di Siena e di Roma e principale studioso mondiale di papa Pio II), Antonello Mattone (direttore del Dipartimento di Storia dell'Università di Sassari), Simona Bellacini (responsabile del patrimonio a Palazzo Piccolomini di Pienza) e l'avvocato Igino Sanna (traduttore ed appassionato di cultura e di diritto della Sardegna.

Dopo aver pubblicato i suoi studi in un saggio storico su Cristoforo Colombo : Cristòval Colòn, màs grande que la legenda, in cui dimostra, senza la minima ombra di dubbio, che Cristoforo Colombo era il sardo-genovese Critòbal De Sena Piccolomini e Alagòn di Arborea, nipote del Visconte di Sanluri, Antonio De Sena e nipote, altresì, dell'ultimo sovrano della Corona de Logu, Leonardo Alagòn, Marchese di Oristano.

Come riconoscimento del suo lavoro, Marisa Azuara è stata invitata dalla Real Accademia de Nobles  y Bellas Artes de San Luis di Saragozza a presentare ufficialmente la sua tesi sull'origine di Cristoforo Colombo mediante la lettura della Lezione inaugurale del Corso Accademico 2010.

 

 

 

     
     
     

 

 

Sabato 29 settembre 2013

Cena conviviale: sotto il segno della Vergine

 

     

 

 

FESTA DELLA SARDEGNA 2013

L'ISOLA E' QUI TRA NOI.......3° EDIZIONE

 

Sardegna nel cuore  A  Stagno la festa fra musica, cibo e ballo....Weekend nel segno del fascino discreto dell'isola più bella Stregati da pane carasau, canti polifonici e launeddas.

LIVORNO. " L'isola è qui tra noi...". con questo titolo ha preso il via la terza edizione della festa della Sardegna, l'ormai consueto appuntamento annuale organizzato dall'Associazione Culturale Sarda "Quattro Mori" di Livorno che per l'occasione ha scelto un nuovo scenario dove allestire la manifestazione. In questo fine settimana la Festa della Sardegna 2013 viene ospitata a Stagno (Collesalvetti) offrendo un'ancora più ampia gamma di iniziative rispetto agli anni passati fra gastronomia tradizionale sarda e toscana, esibizioni folcloristiche, misiche, balli ed esposizione di prodotti tipici.

Sino a domenica, tutte le sere saranno serviti piatti caratteristici della Sardegna, ma non mancheranno naturalmente anche piatti tipici della cucina toscana.

Tra gli eventi e gli spettacoli si possono invece ricordare la musica jazz d'autore in programma venerdì con la band "La tela di Penelepe". Sabato potremo invece assistere ad una esibizione di ju-jìtsu mentre alle ore 22,00, dopo il piano bar con Giuliano Golisciani è previsto uno spettacolo con balli tradizionali sardi con il gruppo folk "San Sebastiano" di Curcuris (Oristano.

La giornata di domenica si apre con la mssa nella chiesa di San Leonardo accompagnata dai canti tradizionali eseguiti dalla corale polifonica "Giovanni Sedda" diretta dalla maestra Patrizia Amoretti e dal maestro Fabio Melis alle launeddas: al termine ancora il guppo folk San Sebastiano si esibirà con su " su ballu e' Pratza Chresia" insieme al fisarmonicista Gilberto Cominu. In serata andrà in scena il teatro di varietà con l'associazione "La fucina dell'arte" a cui seguirà un breve concerto di brani tradizionali sardi eseguiti alle launeddas dal maestro Melis.

 

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

 

Domenica  23  giugno 2013

"Civita di Bagnoregio  e Orvieto"

Storia, arte , cultura e tradizioni, sono i requisiti fondamentali di un territorio che sembra quasi essersi fermato in un passato ricco di avvenimenti. Civita di Bagnoregio è un esempio di meraviglia unico nel suo genere.

Unita al mondo solo da un ponte lungo e stretto, la "Città che muore", ormai da tempo così chiamata a causa dei lenti franamenti delle pareti di tuffo, racchiude un ciuffo di case medioevali ed una popolazione di poche famiglie. Appoggiata dolcemente su un cucuzzolo la cittadina sovrasta imperiosamente l'immensa vallata sottostante, offrendo così al turista un incantevole ed indimenticabile scenario.

 
Panorama

 

     
     
     
     
     

 

Giovedì  06 giugno 2013

Costituzione del Cagliari Club "Quattro Mori" Livorno

 

     
     
     

 

 

Domenica  02 giugno 2013

un saluto a Padre Lorenzo: il presidente Antonio Deias

Caro Padre Lorenzo

I componenti l'Associazione Culturale Sarda "Quattro Mori" di Livorno e anche altri cari amici ti porgono un doveroso caro saluto,non con un discorso lungo, ma solo con poche parole. Crediamo che il miglior ringraziamento che si possa esprimere a te, caro Padre Lorenzo, per tutto ciò che hai saputo donarci in questi anni, sarà quello di dimostrare che la nostra comunità continuerà comunque un cammino di crescita.

Cercheremo di non deluderti, la nostra sarà una comunità di cui potrai andare fiero e di cui potrai dire: "era la mia comunità" e siamo certi che se a Roma avrai l'opportunità di avvicinarti ad altre comunità sarde rivolgerai loro quel tuo sorriso carico di affetto e di bontà, sperando che comunque nel tuo cuore rimanga sempre un posto speciale per l'Associazione Culturale Sarda "Quattro Mori" di Livorno.

Roma non è lontana e chissà che un giorno tu non veda qualcuno di noi affacciarsi alla porta della Tua nuova Chiesa.    Ciao Padre Lorenzo il nostro non è un'addio, ma un arrivederci.... a presto.

 

 

 

     
     

 

Domenica  25 maggio 2013

Pranzo Conviviale:  nel segno del Toro

 

     
     

 

 

Mercoledì  01 Maggio 2013

Conosciamo la Toscana: Pitigliano, Sovana e Sorano

 

Pitigliano è un caratteristico Borgo della Maremma, situato su uno sperone tufaceo che per tre lati scende a strapiombo sulle verdi vallate circostanti. Di una bellezza unica il panorama che si ammira arrivando in paese, l'imponente acquedotto mediceo dai grandi archi dà il benvenuto in tutta la sua maestosità.

A Pitigliano sono conservate numerose tracce delle genti che hanno abitato in questo luogo fin dai tempi più antichi. Prima etrusco poi romano, è passato successivamente sotto potenti famiglie quali gli Aldobrabdeschi , gli Orsini e i Medici. Ricordiamo inoltre che Pitigliano è conosciuto anche come la "Piccola Gerusalemme", a causa dell'insediamento (nel XVI° secolo) della Comunità ebraica, di cui ancora oggi è possibile ammirare la Sinagoga e numerosi edifici.

Sovana ,suggestivo borgo dall'atmosfera ferma nel tempo, rappresenta un raro gioiello di urbanistica medievale. Rimasta in una situazione di grande abbandono per secoli, ha avuto la fortuna di poter arrivare intatta fino ai giorni nostri nella sua veste medioevale. A lungo da storici e viaggiatori è stata identificata con " la città di Geremia" la città che muore.

Sorano, appollaiato su uno sperone tufaceo delimitato su tre lati dal fiume Lente il paese di Sorano offre al visitatore la possibilità di immergersi in una atmosfera tipicamente medievale. Al centro del paese si trova la chiesa Collegiata dedicata a S. Nicola di Bari risalente al XII sec. al suo interno di particolare pregio è il fonte battesimale in travertino del 1563, un ciborio in pietra lavica della fine del 400 e alcune tele dei pittori Vanni e Aldi.

 

     
     
     
     
     
     
     

 

Sabato  20  Aprile  2013

" Lianora Giudichessa D' Arbaree"

 

Il primo incontro della manifestazione 2013 de Sa Die de sa  Sardigna  si è  svolta a Livorno il giorno 20 Aprile alle  ore  17,00  presso la Sala del Mare del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo . Lo spettacolo "Lianora Giudichessa D'Arbaree", per l’adattamento e la regia di Patrizia Falcone, ha visto  coinvolti: gli attori della Compagnia Teatrale NUES, un soprano e un chitarrista si è basato sul testo di Giuseppe Dessì,  Eleonora D’Arborea. Lo sviluppo della parte musicale, sia per la parte cantata che per la parte strumentale, si è basato su una ricerca di brani di musica antica profani e non coevi dell’epoca (1300-1400).L’evento si è svolto collaborazione tra l’Associazione Culturale QUATTRO MORI di Livorno, l’Associazione Culturale Sarda GRAZIA DELEDDA di Pisa e l’Associazione Culturale Sarda GRAZIA DELEDDA di La Spezia.

 

     
     
     

 

 

 

Venerdì  22  marzo 2013

" Miniera"

Rosalba  Mariani

 

Rosalba Mariani eredita, qualche anno fa, un ricco epistolario di famiglia. Sono testimonianze preziose ed emozionanti e raccontano la storia di una famiglia sarda, la sua, che si forma agli inizi del secolo scorso, nella Miniera di Montevecchio, in Sardegna, nello scenario inizilmente un pò fatato del paesino di Anderson, poi modificato in una grande industria europea. Nelle lettere scorre tutto il Secolo breve, fra i grandi eventi e le piccole storie del quotidiano. Riemergono figure straordinarie di nonne avventurose, di altre uccise dai banditi; risuona l'urlo della sirena che annuncia l'incidente mortale, esplode la gioia della fine della guerra, nella danza frenetica del boogie woogie.

 

 

     
     

 

 

 

Domenica  17  marzo  2013

"CANTAR  L'ALTROVE"

-Prosa & Poesia di Sergio Atzeni-

Marta Proietti Orzella  & Alessandro Aresu

Oggi, in questa luminosa e bella sala delle esposizioni del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di Livorno, alcuni brani, selezionati tra i più significativi e toccanti delle opere di Atzeni, costiuenti il il progetto Cantar l'Altrove, sono stati interpretati dall' attrice cagliaritana Marta Proietti Orzella accompagnata per gli effetti sonori dal sound designer Alessandro Aresu che ha, tra l'altro, composto la gran parte dei brani musicali.

La splendida ambientazione è stata gentilmente concessa dalla Provincia di Livorno che ha anche patrocinato la manifestazione alla quale va il sentito ringraziamento della nostra Associazione. Il progetto è stato fortemente voluto dalla signora Rossana Copez, moglie del grande Sergio Atzeni. I brani, oggi quì recitati, mi piace segnalare, vengono presentati al pubblico per la prima volta in assoluto.

I racconti e le poesie che Marta Proietti Orzella ci ha offerto , sono avvilupati in una atmosfera originalissima, tratti dai racconti inediti raccolti ne " I Sogni della Citta Bianca" e dalla poesie, "Versus" in sardo, nati dalla osservazione e dalla fantasia di un romanziere e poeta, sempre coerente nel suo percorso letterario ed umano, che si definisce "sardo, Italiano, Europeo".

E' stata una bellissima pagina per la divulgazione della Cultura sarda nel territorio, la Toscana, a confermare il bel rapporto già da tempo instaurato con cittadini ed Autorità locali.

 

 

     
     
     

 

Domenica  10  febbraio 2013  - Pranzo Conviviale

" Pesci - Acquario"

 

     
     

 

 

Sabato 16 febbraio 2013  ore  16.30

SUN  SERVICE

"Incontro Informativo Promozionale"

 

     
     
     

 

 

Sabato  09  febbraio 2013  ore 16.30

Presentazione del Libro della Prof.ssa Paola Bosio Bua

" I Fabbricotti  a Livorno"

A LIVORNO...... LA CORAGGIOSA SFIDA DI UNA SOCIA DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE SARDA " QUATTRO MORI".

Ancora una volta il Circolo di Livorno è riuscito ad estrarre un "gioiello" da un serbatoio di cultura che contiene, tra i suoi Soci, tanti talenti ed una molteplicità di varie positive esperienze.

Ebbene, queste, come i vulcani, immancabilmente esplodono, rivelandosi con la grandezza dell'umiltà che solo i bravi hanno e sorprendendo tutti con sconosciute capacità e potenzialità. La viva voce dell'Autrice ha offerto al numeroso pubblico che ha fatto fare il pienone della nostra Sede il piacere di gustare la piena dimensione e la significativa presenza della generazione del "marmo", dalla seconda metà dell'ottocento agli anni trenta del Novecento, in questa città.

La narrazione, in questa opera, trae vita da profonde ed accurate ricerche su numerose inedite fonti quali l'Archivio Fabbricotti di Massa, la biblioteca Labronica, archivi privati, registri della Camera di Commercio, corrispondenze con eminenti studiosi e....... tanto tantissimo studio.

PAOLA è riuscita con precisione e dolcezza a proporre un'opera storico-letteraria di grande ampiezza, arrichendola anche di documenti e fotografie che Le ha permesso di far immergere tutti, Soci, cittadini invitati, giornalisti, in quel creativo mondo, ormai passato, ma determinante per i successivi sviluppi di Livorno. Un grande meritato successo per la prima opera della bravissima Paola Bosio Bua testimoniato  dalle domande fioccate sui vari punti toccati dall'Autrice ed i tanti "Amarcord" espressi con rinnovato interesse dai più anziani e ...non

Grazie ....... Paola

 
     
     
     

Domenica  13 gennaio 2013- pranzo conviviale

"Sagittario e Capricorno"

Domenica  06 gennaio 2013 - Presepio Vivente ore 16.30

(Chiesa di  S. Ferdinando in Livorno)

     
     
     

 

 

Domenica  16  dicembre 2012

Auguri di Natale  c/o  il  Lido dei  Carabinieri - Tirrenia  (PI)

     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

 

 

LA  SARDEGNA NEL CUORE DI LIVORNO - EDIZIONE 2012


Un angolo di Sardegna nel cuore di Livorno dal 29 giugno al 1 luglio 2012: dopo il grande successo dello scorso anno la Fortezza Vecchia, è tornata ancora ad ospitare le antichissime tradizioni sarde con una kermesse di tre giorni all'insegna della gastronomia, dello spettacolo e dello scambio culturale.

Organizzata dall' Associazione Culturale Sarda "Quattro Mori" di Livorno in collaborazione con la FASI ed il patrocinio della Provincia de del Comune di Livorno, la festa ha proposto cene con menù della cucina tipica toscana e della tradizione isolana dove hanno risaltato il pecorino sardo, le salsiccie, i malloreddus alla campidanese e, naturalmente il maialetto arrosto (il classico proceddu) con sedano, ravanelli e pomodori, il tutto accompagnato da vino cannonau di Jerzu, birra ichnusa ed acque minerali anch'esse tipiche sarde.

Pure gli spettacoli che hanno animato la festa sono stati all'insegna della contaminazione di stili e di generi combinando la consuetudine folcloristica isolana con la musica moderna ed il varietà. Sul palco abbiamo ammirato l'esibizione del gruppo folk is Baddarinos, proveniente dal piccolo borgo di Tratalias (Carbonia - Iglesias) con il suo repertorio composto da una decina di antichi balli sardi nel costume tradizionale (come il classico "su ballu tundu" oppure su "ballu de su serrazzu").

E restando ancora in Sardegna con la stupenda voce di Cecilia Concas, giovane cantautrice che è riuscita a coniugare tradizione e modernità come nel suo recente cd "Mirades Arcanas" partendo dal bel canto logudorese per giungere ai ritmi dei balli campidanesi.

"Tutta un'altra musica", è il caso di dire, ci ha proposto il cantante livornese di origine sarda Giuliano Golisciano con il pianobar che ci ha accompagnato tre giorni dalle ore 19.00 alle 21.00 attraverso i grandi classici della discografia.

Ancora grandi classici, ma questa volta del varietà anni '50 sono stati protagonisti con lo spettacolo messo in scena dall'Associazione Culturale "La Fucina dell'Arte": il gruppo teatrale diretto da Amleto Morisco in questa occasione si è inspirato a straordinari artisti comici del passato coma Totò, macario, Carlo dapporto, Gino Bramieri o paolo Panelli, un mondo ben descritto da Alberto Sordi nel suo film "Polvere di Stelle".

A corredo della kermesse : la presenza di diversi stand con prodotti alimentari tipici della Sardegna: dai formaggi alla "carta da musica", dal liquore di mirto ai vari dolci (seadas - casadinas - amaretti - pabassinas - tilicas - pirichittus) - i prodotti tipici dell'artigianato tessile di Mogorella (tappeti, arazzi etc) realizzati con il telaio a mano - i noti coltelli di Guspini  ed infine i magnifici modelli realizzati dal livornese Antonio Perini che ha fedelmente riprodotto in scala attrezzi e macchinari della vecchia civiltà contadina.

 

     
     
     
     
     
     
     

 

Turismo & Cultura
29  Aprile 2012
Magico Casentino : la Verna e Stia
 

" Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama monte della Vernia, lo quale è molto solitario e salvatico ed è troppo bene atto a chi volesse fare penitenza, in luogo rimosso dalle gente, o a chi desidera fare vita solitaria. S'egli ti piacesse, volentieri lo ti donerei a te e a' tuoi compagni per salute dell'anima mia" (Conte Orlando di Chiusi della Verna prima di donare il monte a San Francesco di Assisi 1213).


Il Santuario francescano della Verna, situato a pochi chilometri da Chiusi della Verna (provincia di Arezzo), all'interno del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campiglia, è famoso per essere il luogo in cui San Francesco d'Assisi ricevette le stigmate il 17 settembre 1224.Costruito nella parte meridionale del monte Penna a 1128 metri di altezza, il Santuario ospita numerose cappelle e luoghi di preghiera e raccoglimento, oltre a diversi punti di notevole importanza religiosa.

La Verna è il più famoso dei conventi del Casentino, e uno dei luoghi più rilevanti del francescanesimo. La fondazione di un primo nucleo eremitico risale alla presenza sul luogo di San Francesco che nella primavera del 1213 incontrò il Conte Orlando di Chiusi della Verna, il quale, colpito dalla sua predicazione, volle fargli dono del monte della Verna che successivamente divenne luogo di numerosi e prolungati periodi di ritiro. Negli anni successivi sorsero alcune piccole celle e la chiesetta di Santa Maria degli Angeli (1216-18). L'impulso decisivo allo sviluppo di un grande convento fu dato dall'episodio delle stimmate (1224), avvenuto su questo monte, prediletto dal santo come luogo ideale per dedicarsi alla meditazione. L'ultima visita di Francesco al monte avvenne nell'estate del 1224. Vi si ritirò nel mese di agosto, per un digiuno di 40 giorni in preparazione per la festa di San Michele e, mentre era assorto in preghiera, ricevette le stimmate. Da allora la Verna divenne un suolo sacro.

 

     
     
     
     
     

 

Stia, il paese dove nasce l'Arno è un comune di 2.990 abitanti della provincia di Arezzo. Il nucleo principale del centro abitato sorge alla confluenza del torrente Staggia con il fiume Arno. Nel passato ha svolto un ruolo importante nell'economia locale la produzione del panno casentino, per la fabbricazione del quale venne costruito e più volte ampliato un importante lanificio. Dal 1973 si tiene a Stia la Biennale europea dell'arte fabbrile, alla quale si è successivamente aggiunto anche il campionato del mondo di forgiatura.

Il Museo dell'arte della lana è un museo dedicato alla lana e alla storia della sua lavorazione nel corso dei secoli. E' stato inaugurato nell'autunno 2010 dopo tre anni di lavoro di restauro dello stabile, esemio di archeologia industriale, che fino ai primi anni del XX secolo costituiva uno dei centri maggiori per la lavorazione della lana in Italia. I Locali dello stabilimento sono stati adattati a polo museale e a luogo della memoria di una particolare tipologia di lavorazione e centro di diffusione della cultura tessile, forte sopratutto in epoca medioevale nell'area di Firenze dove erano presenti potenti corporazioni. La visita al polo museale si è articolata nelle seguenti sezioni:

Un'arte antica quanto l'uomo - la natura e le fibre - lavorazione artigianale della lana - il lanificio di Stia - lavorazione industriale della lana.

 
Organizzazione tecnica : Labronica Viaggi Tour Operator  - Via Garibaldi, 229/331 - 57122 Livorno Tel. 0586 426767 - P.I. : 01381160496

 

     
     
     
     
     

 

 

10° Convegno Storico  e  Premiazione Trofeo Under 35 " Marco Ganadu"
"La Sardegna dal 1861 ai giorni nostri"
14 Aprile  2012
Video
 

E' un sabato pomeriggio piovoso, quello che accoglie i partecipanti al 10° Convegno storico " La Sardegna dal 1861 ai giorni nostri" ed alla premiazione della squadra vincitrice del torneo di calcio, disputato tra le formazioni giovanili dei vari Circoli Sardi del Centro Sud d'Italia, aderenti alla F.A.S.I. (federazione Associazioni Sarde in Italia), intitolato "Trofeo Marco Ganadu", in ricordo ed onore di un giovane atleta sardo campione sportivo della "Folgore", Socio del nostro Circolo di Livorno, scomparso prematuramente.

Gli scrosci d'acqua non hanno comunque impedito che intervenissero Personalità pubbliche e una folta rappresentanza di Ufficiali e Sottoufficiali della Folgore, la presenza di un numero tanto imprevisto, quanto elevato di ospiti (oltre 200) che hanno occupato tutte le poltroncine dell'elegante e bellissimo Auditorium offerto dal Museo di Storia Naturale del Mediterraneo.

L'illustre Prof. Paolo Soddu, eminente studioso della Fondazione Luigi Einaudi di Torino, accompagnato e presentato dal noto e stimato Dott. Luciano Cauli di Livorno, ha affascinato la platea ricamando sapientemente i principali momenti storici che la Sardegna ha intessuto con le altre Regioni italiane, sotto il profilo politico ed economico, in questi 150 anni dell'unità d'Italia.

Subito a seguire, la Corale Polifonica Sarda "Giovanni Sedda",ha offerto un breve saggio del suo repertorio ( Dimonios - Non Potho Reposare - Su Bolu 'e S'Astore).

Il Presidente Antonio Deias, mentre sullo schermo scorrevano le immagini filmate dei momenti salienti delle partite, ha quindi proceduto a premiare le tre formazioni prime classificate, affidando il compito di donare il primo premio alla squadra del Circolo "Narada" di Prato, agli splendidi genitori del nostro giovane Socio scomparso, appositamente venuti a Livorno, come tutti gli anni, stretti ed accompagnati ai loro familiari più stretti. Alcuni componenti del Consiglio Direttivo hanno, infine consegnato coppe e gagliardetti predisposti per l'occasione, agli altri componenti delle seconde e terze classificate, rispettivamente Livorno e Roma con Rignano Flaminio.

Infine, il pubblico è stato avviato allo splendido salone del Mare del Museo e, in questo davvero inimitabile ambiente ricco di testimonianze di vita faunistica marina, tutti hanno potuto godere di un rinfresco a base di prodotti sardi, che ha contribuito ancor più ad amalgamare ed allietare gli ospiti.

 

     
     
     

 

 

Turismo & Cultura
02  Aprile 2012
Genova, il suo centro storico e la prestigiosa Mostra "Van Gogh e il viaggio di Gauguin"
 

Genova è un comune italiano di 698.676 abitanti capoluogo dell'omonima provincia e della regione Liguria.

E' il sesto comune italiano per popolazione, terzo polo industriale italiano, terzo comune del Nord Italia per popolazione, fa parte del triangolo industriale Milano-Torino-Genova del nord-ovest d'Italia. La città genovese è una delle 15 città metropolitane italiane, il cui agglomerato urbano conta circa 750.000 abitanti ed è inoltre cuore dell'area metropolitana della Liguria centrale che ingloba un retroterra naturale nell'Oltregiogo ligure, per un totale di circa 1.400.000 abitanti. Per oltre 8 secoli capitale dell'omonima repubblica, Genova è stata citata con gli appellativi di La Sperba, La Dominante, La Dominante dei mari e La Repubblica dei Magnifici. Affacciata sul Mar Ligure, la sua storia è legata alla marineria e al commercio. E' nota, tra l'altro, per aver dato i natali a Cristoforo Colombo. Il suo porto è tuttora il più importante d'Italia. Simbolo della città è proprio il suo faro, situato a fianco del porto antico e conosciuto come la Lanterna.

Nel Suo centro storico, numerosi palazzi, nel loro complesso denominati Palazzi dei Rolli, sono stati dichiarati Patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCU. Nel 2004 è stata Capitale europea della cultura. A Genova si trovano alcuni tra i più bei palazzi d'Europa, autentici tesori, spesso ancora dimore private, da cercare e scoprire sia nel centro storico di genova che lungo la Riviera. Nel Palazzo S. Giorgio risiedeva il Banco di San Giorgio, la più antica banca del mondo. La storia narra che napoleone Bonaparte saccheggiò più volte questo istituto di credito per fondare, successivamente, la Banca di Francia.

Autore di ben 864 tele e di più di mille disegni, tanto geniale quanto incompreso in vita, si formò sull'esempio del realismo paesaggistico dei pittori di Barbizon e del messaggio etico e sociale di Jean- Francois Millet. Attraversata l'esperienza dell'Impressionismo, ribadì la propria adesione a una concezione romantica, nella quale l'immagine pittorica è l'oggettivazione della coscienza dell'artista: identificando arte ed esistenza, Van Gogh pose le basi dell' Espressionismo.
 
Organizzazione tecnica : Labronica Viaggi Tour Operator  - Via Garibaldi, 229/331 - 57122 Livorno Tel. 0586 426767 - P.I. : 01381160496

 

Sabato 24 Marzo

Ai  "Quattro Mori" di Livorno presentata l'opera di Valentina Usala "Passo a Quattro Mori"
 
Tutto esaurito nella sala del Circolo di Livorno per la nostra giovanissima scrittrice Valentina Usala gremito di Sardi e simpatizzanti livornesi e ospiti provenienti da altri Circoli della Circoscrizione FASI del Centro. "Un percorso nella menoria. Uno sciame di ricordi che si ramificano, descrivendo luoghi e persone, gesti e sentimenti. Attaverso le memorie di un uomo, oramai migrato da anni nell'Italia del nord, ecco svolgersi sotto i nostri occhi una serie di eventi bizzarri, simpatici, divertenti, malinconici, che descrivono pienamente e con vigore uno spaccato di una comunità rurale, a cavallo degli anni '60 del Novecento. "Passo a Quattro Mori", il primo romanzo dell'esordiente Valentina Usala, vuole essere un omaggio alla sua terra, ai suoi abitanti, ad un luogo che si può solo amare e sentire nel cuore.

 

     
     
     

 

Sabato 18 Febbraio

Ai "Quattro Mori" di Livorno, presentata l' opera di Bruna Murgia "Mille Lire"
 

Nei locali dell'Associazione Culturale Sarda "Quattro Mori"  è stato presentato "Mille Lire ", l'ultimo romanzo, edito da Gruppo Albatros IL FILO, pubblicato dalla Professoressa Bruna Murgia, sarda, insegnante a Torino che ha nel suo carnet altri romanzi di successo come "Ombre di pietra", i fiori della libertà", "il nonno racconta" - (la favola....quelle si eran leccornie). Hanno partecipato all'evento un nutrito numero di soci, personalità e simpatizzanti livornesi i quali sono stati accolti dal Presidente Antonio Deias e dai componenti del Consiglio Direttivo in una cornice di festosa e curiosa attesa.

Il Segretario Giampaolo Pisanu, dopo una breve e simpatica introduzione da parte del Presidente, ha sintetizzato il sostanzioso ed affascinante contenuto del libro.

 

     
     
     

 

Turismo &  Cultura

29  Gennaio 2012
Massa Marittima e il suo territorio

Massa Marittima è un comune di 8.793 abitanti della provincia di Grosseto, a 49 chilometri dal capoluogo. Centro principale dell'area delle colline metallifere grossetane, recentemente è stato insignito del prestigioso riconoscimento "bandiera arancione" del Touring Club Italiano. La cittadina nacque nell'alto Medioevo intorno al Monte Regio, la collina dalla quale prendono il nome vini tipici prodotti nella zona, e intorno all'anno Mille vi fu trasferita l'antica sede vescovile di Populonia. Dopo un iniziale dominio pisano, Massa Marittima divenne progressivamente autonoma fino a diventare un libero comune nel XIII secolo. Tuttavia, nel corso del secolo successivo, la cittadina venne conquistata da Siena e rimase sotto il suo dominio fino alla metà del Cinquecento quando entrò a far parte del Granducato di Toscana. Nel giugno 1944, si consumò la strage di Niccioleta, dove furono fucilati 83 minatori dell'omonimo villaggio minerario.

 
Organizzazione tecnica : Labronica Viaggi Tour Operator  - Via Garibaldi, 229/331 - 57122 Livorno Tel. 0586 426767 - P.I. : 01381160496
 
     
     
     
     
     
     
     
     

 

Turismo &  Cultura :  Gita di fine anno 2011

- 30 Dicembre '11 - 02 Gennaio '12 -
Tra storia e leggenda.... Fine d'anno nella terra dei Ciclopi  - Fiuggi e dintorni
 
Organizzazione tecnica : Labronica Viaggi Tour Operator  - Via Garibaldi, 229/331 - 57122 Livorno Tel. 0586 426767 - P.I. : 01381160496

 

     
     
     
     
     
     
     
     
     

 

Domenica 18  Dicembre 2011:  Auguri di Natale c/o  Villa Margherita (Quercianella)
Filmato....pranzo soci

 

     
     
     

 

Domenica  11  Dicembre 2011Alverio Podda  &  Sebastiano Sanna per i loro 40 anni di amicizia
 

L' amicizia è un valore molto importante nella nostra vita, infatti non si riesce ad immaginare quale immenso, piatto deserto possa essere l'esistenza degli uomini senza amici.

Molto spesso siamo portati a definire "amici" tutte quelle persone con le quali abbiamo dei rapporti frequenti, con cui scambiamo quattro chiacchere o usciamo il sabato sera e non ci rendiamo conto che in realtà la maggior parte di costoro sono dei semplici conoscenti, l'amico è ben altro: è colui con il quale possiamo sempre e comunque essere noi stessi, senza veli, senza finzioni, che conosce tutti i nostri pregi ma anche i nostri difetti e nonostante ciò non ci chiede di cambiare; una persona alla quale sentiamo di poter confidare i nostri pensieri, i segreti più intimi, senza timore di essere giudicati; è colui al quale possiamo dare tutta la nostra fiducia sicuri che non ci tradirà mai; all'amico puoi chiedere una mano senza che lui pretenda un tornaconto personale; è chi ti resta vicino non per cosa hai, ma per chi sei; che prova gioia a stare con te, anche se non condivide necessariamente tutti i tuoi interessi.

Grazie  Alverio ....... Grazie  Bastiano per la vostra amicizia

 

Se potessi fermare il tempo

lo farei per te amico mio

perchè i tuoi momenti più belli

regalassero ai tuoi giorni

una gioia sempre viva.

 

Se potessi prendere un arcobaleno

lo farei proprio per te.

E condividerei con te la sua bellezza,

nei giorni in cui tu fossi manlinconico.

 

Se potessi costruire una montagna,

potresti considerarla

di tua proprietà;

un posto dove trovare serenità,

un posto dove stare da soli

e condividere i sorrisi

e le lacrime della vita.

 

Se potessi prendere i tuoi problemi,

li lancerei in mare

e farei in modo che si sciogliessero

come il sale.

Ma sto trovando che tutte queste cose

sono impossibili per me.

 

Non posso fermare il tempo,

costruire una montagna,

o prendere un'arcobaleno luminoso.

Ma lasciami essere ciò che so essere di più

semplicemente un amico.

 

Alcuni momenti della giornata ....... in amicizia

 

     
     
     
     
     
     
     

Sabato 19 Novembre 2011:

Al "Quattro Mori" di Livorno, presentata l'opera di Antonio Strinna "Piccoli Uomini  Grandi Speranze".
 

L'Associazione Culturale sarda "Quattro Mori" onorata dalla adesione di Personalità Pubbliche, ha presentato, nella propria sede, ai Soci convenuti con le loro famiglie ed a numerosi cittadini livornesi, sempre più affascinati e legati alla sardegna ed alle sue tradizioni, l'opera/diario "Piccoli Uomini, Grandi Speranze del nostro conterraneo Antonio Strinna.

 

     
     
     
  Mostra  150° Unità d'Italia  
  "Chiostro della Madonna"  
  16.03.2011  ---  21.03.2011  
     
     
     
     
     
     
 

 

 
Franca  & Giustina Natale  2010 Giuseppe  Deidda
     
Giuliano Golisciani    
     
Piera Giola  &  Consorte Piera Giola  &  Suocero Antonella  Antoni
     
Chi balla Agostino Pisanu Antonio  Murgia

     
 

 

 
     
  N.S.  di  Bonaria - Maggio 2008 Gruppo folk.....Ballo
     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torna alla pagina iniziale Stampa questa pagina Modifica questa pagina Condividi questa pagina su Facebook